Il Tempo passa ...


12 ottobre 2007

Le cose che si possono fare con un Euro






Con un euro, dicono che ci fai poco.

E, forse, è anche vero.

Uno è proprio poco. Il che è un discorso fatuo se ne guadagni poco più di mille in un mese. In ogni caso...

Oggi ci compri un quotidiano, quando non ha i mille gadget o riviste in promozione, solitamente inutili.

E, a dire il vero, per quello che ci trovi scritto sopra ai quotidiani, bastano i giornaletti gratuiti che trovi nelle stazioni del treno, della metro o dal bar vicino al capolinea dell'autobus.

La cosiddetta informazione.
Copiata dai siti di news su Internet del giorno prima.

Con un euro non compri manco un etto e mezzo di focaccia calda al mattino.

Con un euro non ti esce manco un caffè con una brioche, sempre al mattino, al bar.

Con un euro non compri più manco un biglietto del bus nella mia città.

Ma, a maggior ragione, allora spiegatemi perché dovrei spendere un euro per andare a legittimare una classe politica di vecchi, che si travestono da nuovi, pensando di *creare il futuro*, nel nome di una storia legata a qualcosa che non esiste più in questo Paese?

Fate quello che volete. Ma nel fine settimana tenetevi un euro in tasca e non andate a sostanziare una farsa.

Lo so che il Teatro costa molto di più.

Ma le conseguenze dietro al mellifluo spettacolo messo in scena con il nome Partito Democratico, siamo destinati a pagarle tutti.
Molto più di un euro.

Non che gli altri siano meglio.

Ma loro, quando sarà il momento, decideranno di proporsi dall'alto, dopo riunioni in Sardegna o a Portofino.

E saranno pure votati, ovviamente.

Non pretenderanno di fare gli interessi di *tutti*. Ma solo direttamente i loro.

Mentre per questi, nuovi *nuovi*, gli interessi saranno legittimamente i loro passati per i nostri.

Non parliamo di qualunquismo per favore.

Anche perché ognuno è libero di fare ciò che vuole. Che tanto le conseguenze le paghiamo comunque tutti.

In realtà, questo è il migliore dei mondi possibili.

E non cambierà assolutamente nulla.

Con l'euro in tasca, almeno ti puoi prendere il carrello per fare la
spesa al supermercato.

E questa, per me, è già una motivazione politica più che sufficiente per risparmiare un euro nel prossimo fine settimana.

Buon tutto.



Technorati Technorati tags:
Technorati Technorati tags:
Technorati Technorati tags:
Technorati Technorati tags:

4 commenti:

Sagredo ha detto...

Sono d'accordo.
Tanto più che queste elezioni-farsa hanno un candidato unico e un esito più che scontato.
Quindi è un meccanismo utile solo a finanziarsi ulteriormente, come se già non avessero abbastanza soldi, e burlarsi di noi un altro po'.
Si divertono tanto a prenderci in giro: si fanno pure pagare per darci l'onore di votarli.
E poi un Euro non vale neanche un trentesimo di masturbazione da parte di una prostituta: il loro migliore (e unico) candidato avrà lo stesso valore.

Anonimo ha detto...

Di sicuro NON votare Veltroni!!!Meglio un buon caffè...al gingsen.
Fab

Traffyk ha detto...

Un euro al giorno fanno 30 euro al mese, che in un anno equivalgono a poco più di360 euro... tanto basta da potersi permettere di pagare le spese del proprio sito, qualche piccolo sfizio e una pizza ogni tanto.

Da parte mia invece io faccio 2 euro al giorno, così a fine anno posso comprarmi finalmente un nuovo portatile :P

Rez ha detto...

C'è stato un periodo della mia vita nel quale potevo spendere al max 5 € a settimana per vivere.
Ma il perché e il per come, non credo siano importanti.
Il Partito Democratico è a mio parere assolutamente confutabile, un inutile nuova fiaba.
Traffyk quando rimetto insieme il portatile che ho in un post mi sa che mi fai una donazione spontanea!
Grazie per i commenti!!!